mater decor carmeli


Vai ai contenuti

Beato Giovanni Paolo II


Ringraziamo il Signore per la beatificazione del nostro amato Papa Giovanni Paolo II.

La sua devozione allo scapolare del Carmine Ŕ ben nota e qui sotto si pu˛ vedere la reliquia dello Scapolare indossato dal Beato Giovanni Paolo II, donato alla parrocchia di Santa Maria Regina Mundi dal Cardinale Stanislao Dziwisz, suo ex-segretario.
La reliquia Ŕ stata presentata ai fedeli mercoledi 4 maggio alle ore 18,00 nella Parrocchia (Via A. Barbosi 6 - Roma) P. Lucio M. Zappatore.




Lo Scapolare si trova ora nella cappellina vicino alla Sacrestia in una teca di protezione e sarÓ presto affiancato da questo busto, appena uscito dalla fusione, che ora dovrÓ essere ripulito e patinato. E' opera del famoso medaglista e incisore Celestino Giampaoli ed Ŕ stato fuso per la nostra parrocchia dal figlio Marco.

Qui a fianco il piccolo ricordo che la parrocchia di Santa Maria Regina Mundi ha distribuito mercoledi 4 maggio alle ore 18,00 in occasione della presentazione della reliquia dello Scapolare indossato dal Beato Giovanni Paolo II, donato alla parrocchia dal Cardinale Stanislao Dziwisz, suo ex-segretario. P. Lucio M. Zappatore.

Altra testimonianza sulla devozione del Beato Giovanni Paolo II allo Scapolare del Carmine si trova in questa Intervista a Joaquin Navarro-Valls, su repubblica del 24 aprile 2011

Ci fu per˛ un'altra risposta, un anno dopo la resa sovietica di fronte alla Polonia. In Piazza San Pietro. Il giorno 13 maggio del 1981. Ali Agca.
"La sofferenza era giÓ entrata nella sua vita da anni ma probabilmente quello fu il suo primo incontro, brutale, inaspettato, con il dolore fisico: uomo robusto e sano, non lo aveva davvero mai affrontato. La prima di una serie tremenda di prove".
La corsa all'ospedale Gemelli, destinato a diventare il "Vaticano 2". Il complicato lavoro dei chirurghi sull'intestino, perforato da due dei quattro proiettili sparati dall'aggressore, con colostomia temporanea.
"Era ancora cosciente, sull'ambulanza. Perse i sensi arrivando in ospedale, per la perdita di sangue e il crollo della pressione sanguigna.
Ma riuscý in un momento di luciditÓ a dire ai medici di lasciargli al collo lo scapolare, il rettangolo di stoffa dei carmelitani dedicato alla Vergine. Fu operato con lo scapolare addosso, quella volta e in tutti gli interventi successivi che dovette subire". Ebbe la certezza dell'intervento provvidenziale, "materno" come lo definý, della Madonna per deviare le pallottole e non colpire organi vitali. Ci fu chi lo accus˛ di un peccato di superbia, per averlo pensato.
"╚ esattamente il contrario. Per una persona che ha il senso della totale dedizione alla Madonna, Ŕ semmai un riconoscere di aver ricevuto un dono e di avere un debito".

il sito Ŕ aggiornato al 27 lug 2011

Torna ai contenuti | Torna al menu