mater decor carmeli

Vai ai contenuti

Menu principale:

MANFREDONIA (Puglia)

Archivio notizie > Peregrinatio 2014

PEREGRINATIO A MANFREDONIA (FG) IN PUGLIA
11 - 12 LUGLIO 2014

Ultima tappa della peregrinatio in Puglia, quest'anno, era Manfredonia (FG).
Su invito di Don Antonio di Candia, Parroco della Parrocchia S. Maria del Carmine, e il comitato delle Feste, la reliquia giungeva a Manfredonia venerdi 11 luglio e veniva accolta con una solenne processione alle ore 19,00, cui seguiva la S. Messa presieduta da S. Ecc. za Mons. Michele Castoro, Arcivescovo di Manfredonia - Vieste - S. Giovanni Rotondo.
Al termine, come tradizione, tutti i fedeli si accostavano al bacio della reliquia dello Scapolare.
Suggestiva l'illuminazione della facciata della chiesa e delle strade della Parrocchia.

Sabato 12 luglio era la volta di P. Lucio Maria Zappatore, O. Carm., che, nella S. Messa delle ore 19,00, illustrava il significato della devozione alla Madonna del Carmine e il valore della reliquia dello scapolare del Carmine indossato da S. Giovanni Paolo II.
Nell'omelia P. Lucio invitava tutti a riprendere la trazione di indossare lo scapolare di stoffa come segno di consacrazione visibile a Maria, come faceva appunto S. Giovanni Paolo II.
Questo "abito", come ha scritto il Papa nella lettera sulla devozione del Carmine del 25.03.2001, deve diventare un "habitus", cioè uno stile di vita.

Al termine della celebrazione la reliquia dello scapolare veniva portata, su invito di Gianluca,  nel vicino Oratorio Don Bosco, dove P. Lucio teneva una nuova catechesi ai ragazzi dell'oratorio salesiano sullo scapolare.
P. Lucio ricordava, tra l'altro, come, alla riesumazione del corpo di S. Giovanni Bosco, solo il suo scapolare del Carmine risultò intatto, in mezzo ai vestiti tutti consunti.
vedi anche: saletta Don Bosco

Tornando a Roma, non potevamo non fermarci a S. Giovanni Rotondo, alla tomba di P. Pio, e a Monte S. Angelo, al santuario di S. Michele Arcangelo.
Ci siamo raccolti in preghiera per tutte le persone che ci stanno a cuore, ringraziando il Signore per averci aiutato a portare a termine con gioia questa peregrinatio.

Torna ai contenuti | Torna al menu